La notte

ha aperto il suo ombrello di stelle,

è così calma la luna

coricata in cielo.

 

Si spengono i colori forti

di queste chiazze di memoria

e i pensieri avvolti dai rovi

si liberano dolenti.

 

Resta vicino a me,

massaggia i miei graffi

con la tua emulsione fine

di comprensione e filosofia.

 

Lega i fili del buio,

fermalo qui,

questa notte

non voglio avere destino.

 

f.s.

Pagliaio 

I più giovani non ricorderanno i pagliai, un tempo ce n’erano tanti in campagna, i contadini li tagliavano a fette come grosse torte.

Le rotoballe non hanno lo stesso fascino.

© by marcozuc. Proudly created with Wix.com