Il tempo è immobile,

mentre il cielo passa

e non si assomiglia mai

 

e anch’io mi lascio passare,

indossando i miei sogni leggeri

 

e mentre cammino

ascolto i petali cadere.

 

f.s.

Sapore d’estate

(...) Ma nella calma dei rossi bagliori

i demoni non escon più fuori;

gl’incantesimi crepuscolari

accarezzan con dita sottili;

i rumori si fanno più rari,

son tenuissimi fili (...)

 

(Aleksàndr Blok, Poesia straniera del 900, ed. Garzanti)

© by marcozuc. Proudly created with Wix.com