(...) Nel cane, come nell’uomo, ci sono troppi pensieri, troppe esigenze. Il raggiungimento della quiete e della felicità non dipende mai da lui soltanto. Nell’albero invece è diverso. Da quando spunta a quando muore, sta fermo sempre nello stesso posto, Con le radici è vicino al cuore della terra più di qualunque altra cosa, con la sua chioma è il più vicino al cielo, La linfa scorre al suo interno dall’alto al basso, dal basso all’alto. Si espande e si ritrae secondo la luce del giorno. Aspetta la pioggia, aspetta il sole, aspetta una stagione e poi l’altra, aspetta la morte. Nessuna delle cose che gli consentono di vivere dipende dalla sua  volontà. Esiste e basta. Capisci adesso perché è bello accarezzarli? Per la saldezza, per il loro respiro così lungo, pacato, così profondo.(...)

 

(Susanna Tamaro, Va’ dove ti porta il cuore, ed. Rizzoli)

flower_10.jpg

Bosco fondo

13 - BOSCO FONDO.jpg

Un quadro immerso nel bosco, intriso del profumo di terra.