Sto nel bosco così,

un cappotto di foglie,

un tappeto di terra e ombre,

il vento

che mi porta parole

e le porta via.

 

Sento cadere 

pezzi di silenzio

aspettando

il pallore dell’alba,

finché il sole 

mi getta sulle spalle

una luce nebbiosa.

 

Avevo dimenticato

il tepore desolato

d’autunno.

 

f.s.

Campo d’agosto

Il vigore dell’estate.

© by marcozuc. Proudly created with Wix.com